Salta al contenuto principale

Con l’Avviso Pubblico “Aiuti alle imprese per i maggiori costi legati alla crisi energetica” la Regione Campania ha stanziato 58 milioni di euro per sostenere le imprese manifatturiere del territorio che nel 2022 hanno subìto un incremento del costo dell’energia dovuto alla crisi energetica.

BENEFICIARI
Imprese manifatturiere, codice ATECO primario e/o prevalente compreso tra quelli riportati nella Sezione C – attività manifatturiere, con sede operativa, per la quale si richiede l’aiuto, situata in Campania e registrata presso il Registro imprese in data antecedente al 1 Febbraio 2021, che abbiano registrato un aumento dei costi energetici di almeno 5.000 euro.

Entità e calcolo degli aiuti
Importo massimo concedibile. 20.000 euro a impresa. Vi è possibilità di cumulo con altre forme di sostegno.
Costi ammissibili. Tutti i valori che determinano l’imponibile IVA: energia, oneri di sistema, trasporto, gestione contatore, etc.
Il calcolo. In percentuale (30%) sull’aumento (rispetto alle tariffe 2021) del costo energetico di gas e/o elettricità, riferito al periodo che va dal 1 Febbraio 2022 alla data dell’ultima fattura di fornitura disponibile.    

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Sportello automatico on line https://sportelloincentivi.regione.campania.it dalle ore 12:00 del 4 Novembre 2022 e fino alle ore 12:00 del 18 Novembre 2022. La domanda, redatta secondo il formulario disponibile sulla piattaforma incentivi, deve essere presentata esclusivamente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente attraverso identità digitale (SPID o CNS).

CONCESSIONE DEGLI AIUTI
Per dare priorità alle imprese maggiormente colpite dai rincari, la graduatoria sarà stilata secondo il criterio della maggiore incidenza percentuale dell’aumento del costo dell’energia sostenuto.