Salta al contenuto principale

Incontri, forum, laboratori ed esposizioni hanno caratterizzato la seconda settimana (Dal 6 al 12 febbraio) della Regione Campania a Expo Dubai. All’interno del Padiglione Italia l’Assessorato alla Ricerca, Innovazione e Startup e l’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Campania hanno realizzato, attraverso la società regionale Sviluppo Campania, un denso programma di attività che ha coinvolto l’Ecosistema dell’Innovazione e della Ricerca della Campania, il sistema aerospaziale campano e il mondo della Ricerca.

Con l’inaugurazione della mostra Il Volo: Un viaggio tra sfide e innovazione si è aperto il Regional Day campano al Padiglione Italia di Expo 2020 Dubai.

Presentata dal  Commissario Generale dell’Italia a EXPO 2020 Paolo Glisenti, dall’Ambasciatore Italiano negli Emirati Arabi Uniti, Nicola Lener e dall’Assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania, Valeria Fascione, l’esposizione ha l’obiettivo di presentare il comparto aerospaziale campano, nei tre domini aria, suborbitale e spazio, illustrando le capacità tecnologiche e produttive.

Sono in mostra modelli di punta dell’industria aerospaziale campana come l’ATR 42, il P2006T, il P2012 Traveller e il progetto ONE, che mira a realizzare un velivolo UAV competitivo in termini di costi con l’applicazione di materiali innovativi. In mostra anche il volo ipersonico, con il modello di aereo HYPLANE, che vuole collegare Napoli a New York in 2 ore. E sulle nuove frontiere della tecnologia nell’ambito dell’esplorazione dello spazio, SSMS è il dispenser che permette con un solo lancio di inviare un notevole numero di micro satelliti. IRENE si presenta come un piccolo ombrello innovativo per il rientro dallo spazio. Conclude il percorso uno dei progetti più significativi che unisce ricerca, industria e design in Campania: DIVA, un velivolo a decollo verticale che cambierà il modo di spostarsi nelle grandi città e verso le isole.

“Il tema di Expo Dubai è creare il futuro, e il futuro è nello spazio”. Per questo, come regione Campania “siamo a Expo con l’aerospazio” e “abbiamo portato con noi il Dac, il distretto aerospaziale campano che racchiude tutte le componenti della nostra regione che lavorano sull’aerospazio” ha detto Antonio Marchiello, Assessore Attività Produttive e Lavoro Regione Campania, in un video messaggio al forum. Expo Dubai “è un momento di comunione di culture, di incrocio di intelligenze di tutti i continenti e non poteva mancare la Campania. Nella prima settimana di dicembre ci siamo stati con turismo e agricoltura, due grandi realtà della regione e oggi siamo qui con l’industria, l’innovazione e la ricerca, le altre peculiarità della nostra regione credo legate all’intelligenza che ci accompagna come meridionali”, ha detto l’assessore, sottolineando che “nel 2012 c’è stata questa visione intelligente di mettere in rete le nostre aziende” per realizzare il Dac, che “unisce 24 realtà e 150-160 realtà satelliti” e “i frutti ci sono”.

Per Luigi Carrino, presidente del Dac-Distretto Aerospaziale della Campania “è stato importante presentare il distretto non in quanto tale, ma perché è un modello vincente di aggregazione che supera i tradizionali limiti del rapporto fra grande impresa e piccola impresa che spesso è stato conflittuale”. Con questa realtà, “attraiamo attenzione e investimenti” dal mondo. Carrino ha sottolineato che con un giro d’affari di 2,8 miliardi di euro e 13 mila lavoratori, la Campania rappresenta circa un quarto del settore dell’aerospazio nazionale.

“Come Regione Campania – ha dichiarato l’ex ministro ed ex presidente del Cnr, Luigi Nicolais, – abbiamo presentato il nostro punto di eccellenza nel settore aerospazio principalmente nelle nuove attività che si stanno facendo e nella grande capacità di collaborazione tra enti pubblici ed enti privati”, ha aggiunto l’oggi consigliere per le Politiche della Ricerca presso il Mur.

Il Regional day è proseguito con due due forum dedicati alle sfide dell’Innovazione, della Mobilità Sostenibile e alla Ricerca.  

“Il messaggio che vogliamo dare è che siamo un ecosistema aperto e dinamico, siamo curiosi di collaborare e speriamo che in questi giorni negli Emirati possiamo avere maggiori contatti per collaborazioni future”. Ha precisato Valeria Fascione, assessore Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania, aprendo il forum L’Ecosistema dell’Innovazione e della Ricerca della Campania tenutosi dopo il Panel istituzionale dedicato alle eccellenze aerospaziali campane, organizzato dalla Direzione Generale Attività Produttive della Regione Campania in collaborazione con il Distretto Aerospaziale della Campania.



Il forum è stato realizzato con l’obiettivo di promuovere la Campania come ecosistema votato all’innovazione. Un ecosistema fatto di 7 università, 40 centri di ricerca avanzata, sette distretti Hi-tech e 21 laboratori pubblico-privati, 30 strutture di supporto alle aziende, 1.300 startup, con un miliardo di euro investito in ricerca e sviluppo dalla regione nel periodo 2014-2020.

“La nostra sfida è di rendere la Campania una piattaforma aperta di innovazione di livello mondiale, stimolando la competitività della regione e che sia utile ad attrarre investimenti”, ha aggiunto la Fascione.

La giornata si è conclusa con il panel dedicato a La mobilità sostenibile: Borgo 4.0 organizzato dalla Direzione Generale Ricerca della Regione Campania in collaborazione con ANFIA Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, tra le maggiori associazioni di categoria della filiera automotive italiana.

Spazio è stato dato anche al mondo accademico, con gli interventi di Massimo De Falco dell’Università di Salerno, Giorgio Budillon dell’Università di Napoli Parthenope e Davide Marocco dell’Università di Napoli Federico II, che hanno presentato i laboratori che si terranno al Padiglione Italia in tema di ricerca e innovazione.

Nei giorni 7, 8 e 9 febbraio il programma di attività è proseguito con i laboratori tematici proposti dalle Università campane che hanno aderito alla manifestazione di interesse lanciata nei mesi scorsi e con alcune visite istituzionali in luoghi chiave per lo sviluppo competitivo e tecnologico emiratino.

Uno piccolo spazio, inoltre, è stato destinato a un focus sulla strategia per l’azione attrazione investimenti, decisiva per spingere l’innovazione dei processi produttivi, introdurre nuove tecnologie e nuove idee, creare nuovi posti di lavoro, per trasformare il rimbalzo post-crisi in una crescita strutturale dell’economia campana.

La Regione Campania è tornata a essere tra i protagonisti all’Esposizione Universale di Dubai, all’interno del Padiglione Italia. Il programma di iniziative della settimana è stato a cura dell’Assessorato alla Ricerca, Innovazione e Startup e dall’Assessorato alle Attività Produttive, e realizzato attraverso la società regionale Sviluppo Campania

La Regione Campania ha partecipato al percorso espositivo del Padiglione Italia con il video-racconto realizzato con la regia di Gabriele Salvatores dal titolo “La Bellezza unisce le Persone” – tema portante della partecipazione italiana a Expo 2020 Dubai.